Diventa sempre più importante ridurre l’uso di acqua calda negli ambienti domestici onde evitare di ricevere bollette del gas dall’importo esagerato chi dovesse trovarsi in difficoltà ogni volta che arriva una bolletta da pagare, dovrebbe iniziare a fare più attenzione ai consumi e mettere in pratica questi semplici consigli e accorgimenti validi in tutti i casi.

1.     Preferire una doccia purché veloce

Un primo consiglio per ridurre i consumi di acqua calda in casa è sicuramente quello di preferire una doccia rispetto al bagno nella vasca. Per riempire una vasca di acqua calda sono necessarie più di 100 l di acqua calda fino addirittura a 160 litri in base alla grandezza della vasca. Invece, per una doccia si sta ben al di sotto con una media che si aggira intorno ai 75 litri. Tuttavia, questo non è vero in assoluto poiché la doccia risulta preferibile e consigliabile se breve. Infatti, chi ama stare a lungo sotto l’acqua calda, avrà comunque un altro spreco di acqua calda.

Naturalmente, per garantire la corretta efficienza del sistema di produzione per l’acqua calda sanitaria occorre fare riferimento a un valido tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Roma che svolga servizi dedicati a partire dalla manutenzione e revisione periodica.

2.     Mettere in ammollo i piatti prima di lavarli

Chi non ha una lavastoviglie e lava i piatti a mano, prima di procedere dovrebbe metterli in ammollo in una bacinella di acqua calda invece che continuare a far scorrere l’acqua dal rubinetto. Lo stesso trucchetto andrebbe utilizzato per il risciacquo per evitare di dover sciacquare una posata alla volta producendo un grande spreco di acqua calda che si traduce in un grande spreco di gas metano che pesa in bolletta.

3.     Chiudere il rubinetto dell’acqua quando serve

Potrebbe, a prima vista, sembrare un consiglio banale quello di chiudere il rubinetto dell’acqua quando serve, ma in pochissimi lo fanno. Capita spesso che l’acqua calda resti aperta e continui a erogare acqua calda prodotta dalla caldaia utilizzando il costoso gas metano.

Di Grey