Il climatizzatore d’aria è un elettrodomestico sempre più diffuso nelle abitazioni private e nei luoghi pubblici perché indispensabile per mitigare la temperatura e smettere di soffrire per via del caldo afoso. Tuttavia, l’apparecchio consuma grandi quantità di energia elettrica che si riflettono negativamente sulla bolletta della luce. Onde evitare dei consumi troppo elevati e una bolletta troppo salata, metti in pratica questi semplici consigli fin da subito.

Imposta la temperatura con maggiore attenzione

Impostare la temperatura del condizionatore con maggiore accuratezza e attenzione, consente di limitare i consumi dell’elettrodomestico ed evitare bollette energetiche molto salate. In seguito alla fase di installazione condizionatori a Roma, il termostato del condizionatore dovrebbe essere impostato a un paio di gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. Potrebbe sembrare poco ma in realtà è più che sufficiente se si vogliono evitare consumi eccessivi.

Usa la funzione deumidificatore

A far soffrire il caldo non è la temperatura alta di per sé ma piuttosto il tasso di umidità cioè la percentuale di acqua presente nell’aria. Per evitare i consumi energetici elevati e soffrire per colpa del solleone, è meglio usare la funzione deumidificatore del climatizzatore d’aria. In questo modo, l’apparecchio preleva il vapore acqueo presente nell’aria

Sfrutta di più la ventola

Purtroppo, è bene sapere che l’aria condizionata è difficile da movimentare. La pesante aria fredda fa fatica a circolare soprattutto se confrontato con quello che succede con l’aria calda. Sfrutta di più la ventola del condizionatore per fare circolare l’area prodotto dal sistema. Spegni il condizionatore lascia attiva solo l’aria per avere sollievo dal caldo e, allo stesso tempo, evitare consumi eccessivi.

Adopera l’autospegnimento

In particolare i climatizzatori più datati, non sono in grado di modulare il loro funzionamento in base alla temperatura come invece fanno i modelli di ultima generazione. Per ridurre i consumi fin da ora, usa la pratica funzione di autospegnimento che disattiva il condizionatore non appena viene raggiunta la temperatura desiderata. In questo modo, il tuo condizionatore non resta acceso a lungo scongiurando anche un eccessivo abbassamento della temperatura che provocherebbe uno shock termico con l’esterno a cui sono collegati i problemi di salute come sindrome da raffreddamento, crampi muscolari e dolori addominali.

Di Grey