Nell’industria meccanica, e non solo, è facile che si faccia ricorso a delle macchine utensili che lavorano i materiali e soprattutto i metalli, dandogli ogni sorta di forma. Tuttavia, durante la produzione si generano anche degli scarti, cioè trucioli. Vanno naturalmente espulsi per ragioni quali migliorare la qualità dell’output, garantire una lunga vita utile della macchina utensile, assicurare la massima riproducibilità dei pezzi e preoccuparsi della sicurezza.

Tra i tanti sistemi che si possono utilizzare nell’industria meccanica, manifatturiera, etc., un evacuatore trucioli come un nastro incernierato viene addirittura indicato come universale perché versatile e applicabile in tanti contesti diversi.

Che cos’è un nastro incernierato per asportare i trucioli

Un evacuatore di trucioli a nastro incernierato prevede una sorta di tappeto che scorre grazie a due catene di trascinamento montate su dei perni. Grazie a particolari sistemi angolari, Il Truciolo viene spinto sul nastro che lo scarica in un cassone di raccolta.

È un sistema molto valido e diffuso poiché in grado di mantenersi da solo in tensione e pulito. Di solito, quando si parla di nastro incernierato, è possibile prevedere anche una prefiltrazione che avviene nelle pause del lavoro.

Come scegliere il nastro trasportatore di trucioli

Nel momento in cui occorre progettare un sistema per evacuare i trucioli metallici, occorre prendere in considerazione diversi aspetti cruciali partendo, naturalmente, dal tipo di materiale o lega utilizzata dalla macchina utensile. Infatti, la scelta è diversa in caso di acciaio, rame, alluminio, ghisa, ottone (sia con che senza piombo).

Inoltre, si prende in considerazione anche il tipo di truciolo che la macchina utensile crea poiché può essere corto, lungo, aghiforme, polveroso, sotto forma di matassa. Allo stesso tempo, la scelta del trasportatore per il truciolo si deve basare anche sul tipo di macchina utensile utilizzata come tornio, fresatrice, centri di lavoro, macchine plurimandrino, transfer.

Infine, l’evacuatore di trucioli deve prendere in considerazione l’eventuale tipo di fluido utilizzato poiché esistono quelli a secco, acqua, olio intero, emulsione oleosa che influiscono non poco soprattutto per quanto riguarda il sistema di recupero.

Di Grey