Conoscere più da vicino le diverse specie di topi e ratti infestanti, aiuta a riconoscere subito il problema e mettere in campo adeguate azioni di derattizzazione.

Ratto nero

Il ratto nero, nome scientifico Rattus rattus, può esser indicato anche come ratto dei tetti proprio perché in grado di arrampicarsi. Grande all’incirca una ventina di centimetri con una coda anche più lunga del corpo, ama i luoghi in alto come sottotetti e soffitte utilizzando carta, tessuti, paglia e altre parti morbide ma anche parti in plastica sottile che reperiscono dalle tue immondizie. Spesso si rifugiano accanto a fonti di acqua, motivo per cui ricorda sempre di svuotare i sottovasi delle piante in cortile perché più che sufficienti per loro. Corri subito ai ripari e clicca qui per maggiori informazioni sulla derattizzazione e altri servizi contro gli infestanti.

Ratto grigio

Al posto di ratto grigio, potresti sentir parlare di Rattus norvegicus, topo di fogna o surmolotto. Ha una pelliccia grigia o marrone ispida e predilige discariche, motivo per cui si trova vicino ai bidoni, raccogli sempre tue immondizie in contenitori con contenitore ermetico onde evitare ogni rischio. È in grado di nuotare e scavare per entrare all’interno degli edifici. Usa anche le fognature e le grondaie. Un solo ratto grigio non è da ignorare affatto perché la specie vive in grandi comunità che si rifugiano lungo muri e nelle cantine.

Topolino comune

Mus musculus è il nome del topo comune. Di piccole dimensioni con la pelliccia bruna o grigia, in ambienti urbani si moltiplicano molto velocemente rispetto quanto accade in natura. Per questo motivo, la presenza di un solo topo non va ignorata perché nel giro di poco, può dar vita a una colonia e un’infestazione pericolosa per la salute di persone e animali. Di solito, si rifugia all’interno di luoghi tranquilli come cantine e soffitte creando nidi con tutto quello che trova: cartone, indumenti, plastica sottile. Per spostarsi senza esser visto dai suoi principali predatori, usa ogni sorta di soluzione tra cui cavità nel muro, canalette per i cavi elettrici, tubi idraulici, intercapedini. È attivo sia di giorno che di notte; grazie alla sue piccole dimensioni passa inosservato la maggior parte delle volte.

Di Grey